Case in legno: il valore dell’investimento

Chi acquista una casa in legno Kager sceglie una tecnologia costruttiva ed energetica di primo livello, e questa scelta comporta un investimento significativo. Un investimento che ripaga in termini di qualità di vita, come testimoniano i nostri clienti, ma è corretto chiedersi anche qual è il valore economico di questo investimento. Quanto conviene, insomma, investire in una casa in legno prefabbricata?

Anzichè dare risposte assolute sul settore delle case in legno (tecnicamente scorretto, vedremo perchè) vogliamo analizzare la questione chiedendoci quali sono i fattori che definiscono il valore di un immobile. Per fare questo ci sono diversi dati che vengono in nostro aiuto.

 

Quando la classe energetica A+ non basta

Il principale fattore che determina il valore di un immobile è la classe energetica. Per contenere gli effetti del surriscaldamento, dal 2020 entrerà in vigore una normativa che ridefinirà i limiti dell’impatto ambientale di un edificio.

Questo punto di svolta rappresenta un’ottima notizia dal punto di vista ambientale, ma inevitabilmente comporterà la svalutazione di tutti gli edifici che non rispettano le normative energetiche più restrittive.

Per questo motivo la tecnologia costruttiva Kager tende verso le costruzioni nZEB (Nearly Zero Energy Building), ovvero edifici con un bilancio tra energia consumata ed energia prodotta prossimo allo zero. Questa caratteristica, oltre a incidere positivamente sul valore dell’immobile, ripaga giorno dopo giorno garantendo consumi energetici inferiori rispetto a un edificio medio classificato A+.

 

 

La qualità costruttiva dell’edificio in legno

Un altro importante aspetto che determina il valore di un immobile è lo “stato di salute” della struttura. L’eventuale deterioramento di elementi strutturali e finiture, causato da fattori ambientali che “aggrediscono” i materiali con cui è costruita una casa, comporta evidentemente un deprezzamento dell’abitazione.

L’attività del reparto Ricerca e Sviluppo di Kager ha permesso di perfezionare diverse soluzioni costruttive , alcune delle quali introdotte nel settore da Kager stessa, che oggi ci permettono di produrre case di qualità eccellente, garantite 30 anni contro i 10 anni previsti dalla legge.
Soluzioni come il vano tecnico integrato nelle pareti, il doppio tetto a vista e il sistema per la ventilazione del tetto fanno in modo che le parti strutturali della casa siano protette dai fattori di deterioramento e conservino nel tempo condizioni pari al nuovo.

Come nel caso della casa Kager di Giulio Privitera, ex-proprietario di una casa in legno Kager che ha venduto la sua abitazione. Ecco un estratto dell’intervista in cui ci racconta la sua esperienza.

 

“Il nuovo acquirente ha apprezzato il disegno della casa, le soluzioni energetiche e il risparmio che ne consegue. Ma forse il momento più significativo è stato quando un tecnico, chiamato per effettuare una controanalisi, è rimasto stupito dallo stato di mantenimento. Sembrava appena costruita.”

 

LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA

 

Come muoversi in un settore ampio e in crescita continua

Le case in legno, che nel 2015 hanno rappresentato il 7% delle nuove case costruite in Italia, rappresentano un settore che raccoglie ogni anno più interesse. Sempre più aziende si stanno attrezzando per offrire case in legno, e il mercato della bioedilizia si rivolge oggi a clienti con esigenze e budget molto diversi tra loro.

Per questo motivo quando si parla di valore dell’investimento non è possibile dare risposte che valgono per tutte le case in legno, ma occorre valutare, come abbiamo visto, le caratteristiche di efficienza energetica e qualità.

L’esperienza di un produttore di case prefabbricate in legno come Kager, che da oltre 40 anni realizza progetti su misura in tutta Europa, è la garanzia più grande per il tuo investimento.