Assistenza e risparmio energetico, ecco la mia esperienza!

Fausto Cavallini è il proprietario di una casa Kager ad Arizzano, in provincia di Verbania, costruita nel 2015. La casa è una villetta su due piani di 120 mq. Ha un’attività commerciale nel settore alimentare.

 
Il Signor Cavallini è un vero appassionato di edilizia, ha incontrato il mondo Kager per la realizzazione della sua casa attuale, la prima costruita in legno dopo due esperienze in muratura tradizionale. “Il mio grande sogno è sempre stato farmi una casa bella”, ci racconta. “Questa volta le mie esigenze erano di avere un forte risparmio energetico: volevo una casa in classe energetica A che sfruttasse fotovoltaico e pompa di calore per la parte di impianti, visto che più fonti mi avevano confermato fosse la soluzione migliore oggi.”

 
Quali sono stati i fattori che l’hanno portata a scegliere Kager Italia?

Mi sono informato a fondo sul mondo della prefabbricazione in legno, mi documentavo e andavo alle fiere, Cuneo, Milano… Ho raccolto le proposte degli 8 costruttori principali di case in legno per confrontare costi, materiali, tecnologia e servizi. Ho scelto Kager Italia perché era quella che mi dava di più in termini di assistenza al cliente, mi hanno saputo dare un progetto realmente su misura. Dopo le mie due esperienze precedenti ho capito che questo aspetto è davvero importante per raggiungere il risultato che si vuole.

 
E com’è stata la sua esperienza con Kager Italia?

È stata decisamente positiva, Kager mi ha dato la flessibilità che cercavo. Volevo avere più controllo possibile sulle varie parti del progetto, ed è stato così. Oggi posso dire di aver fatto la casa proprio come la volevo io, dall’impianto energetico all’ultima piastrella. Mi sono anche trovato molto bene con le persone, dalla responsabile commerciale, ai tecnici, al geometra.

 
Qual è un aspetto che l’ha colpita particolarmente?

Sicuramente l’assistenza, è perfetta. Dopo la fine dei lavori, ad esempio, non sono spariti come fanno altri. Sono tornati dopo 6 mesi e poi dopo un anno, per verificare che tutto fosse a posto. Nel mio caso ho avuto bisogno di registrare la porta d’ingresso e l’hanno fatto, sono stati molto disponibili. Mi avevano avvertito che sarebbe potuto succedere, perché anche le case in legno si assestano, anche se meno di quelle in muratura. Quando ne ho avuto bisogno è bastato il tempo di organizzare l’uscita e hanno sistemato tutto.

 

Kager case in legno Verbania Arizzano
Diceva che la sua esigenza era ottenere un forte risparmio energetico. Cosa ci racconta sui consumi?

Rispetto alle 2 case precedenti, qui è come essere in paradiso! D’estate abbiamo cura di ombreggiare e di tenere chiusi gli scuri esterni e ho in media 5-6 gradi in meno che fuori. In inverno ho 20-21 gradi stabili in casa, e con il sole la temperatura aumenta di 2 gradi in un’ora mentre sono necessarie almeno 13 ore per far abbassare di un grado la temperatura, a riscaldamento spento.

Non ho neanche messo il riscaldamento al primo piano, ma solo al pian terreno. Mi avevano consigliato così ma non mi fidavo, allora sono andato a vedere altre case Kager e ne ho avuto conferma: ricordo di una famiglia che ha messo comunque un camino, ma non lo usa mai perché fa troppo caldo.

 
Potrebbe dirci quanto consuma per il riscaldamento?

L’anno scorso ho consumato mediamente 100€ al mese, in tutto circa 1.100-1.200 € all’anno per una casa di 2 piani e 120 mq totali. E questo è il costo complessivo, infatti a casa mia non c’è il gas, ho voluto fare questa scelta che mi sembrava futuristica. Mangiamo, ci laviamo e ci riscaldiamo con 1.200 € anno, è una sciocchezza! In più vendo l’energia fotovoltaica autoprodotta e ho ritorno tra i 2-300€ anno. Se pensa che prima pagavo 2.000€ all’anno solo di gas…

 
Kager case in legno Arizzano vista lagoÈ soddisfatto di aver scelto il fotovoltaico?

Di sicuro. A casa mia metà tetto è fatto di pannelli fotovoltaici, la metà a sud. Vado in autoconsumo: avvio gli elettrodomestici tra le 11 e le 4, così consumo istantaneamente l’energia che produco dal tetto e il contatore non va. Da giugno a settembre i consumi di energia in bolletta sono praticamente nulli.

 
In quanto tempo è stata realizzata la sua casa?

In cantiere, la casa è stata costruita fino al tetto in 10 giorni. Questo è stato fondamentale perché avevo urgenza di entrare, l’avevo detto subito: “questi sono i miei termini, altrimenti ho delle penali sulla casa vecchia”. I lavori sono iniziati il 12 gennaio 2015 e il 31 marzo sono entrato. Avevo già venduto la vecchia casa, una villetta singola costruita 7 anni prima, e avevo firmato che sarei uscito il 31 marzo. E così è stato.

 
Cosa direbbe ad un cliente interessato a costruire una casa Kager?

Gli direi di vederne qualcuna dal vivo, per togliersi ogni dubbio. Per me ad esempio è stato così, e oggi sono assolutamente disponibile a mostrare casa mia se qualche nuovo cliente volesse. Parlare con chi ha fatto questa scelta è l’unico modo per capire fino in fondo cosa significa fare una casa con Kager. Per me questo qui è il futuro, con una casa così il comfort è assicurato, risparmi davvero, e il risultato è veramente su misura.